Dove andare in vacanza a febbraio in europa

Dove andare in vacanza a febbraio in europa articolo del giorno 11/02/2020.

Benvenuto in questa nuova guida su DOAND dedicata al dove andare… quest’oggi parleremo di dove andare in vacanza a febbraio in europa quindi resta con noi sino alla fine per scoprire quale destinazione vogliamo porre in esame oggi.

Amsterdam a febbraio

Volevamo proporre Londra come meta in questo particolare periodo ma volendo restare coerenti al’giorno d’oggi Londra non è più parte dell’unione europea quindi abbiamo ben pensato di indicarti Amsterdam come meta. Qui sotto trovi la nostra consueta mappa per prenotare una struttura in pieno centro e a seguire una serie di curiosità sulla città.

Booking.com

Le nostre curiosità su Amsterdam

La capitale dei Paesi Bassi, Amsterdam, è una delle città europee più amate e visitate ogni anno. Questo non significa che non possa riservare qualche sorpresa. Ecco una lista di 9 curiosità su Amsterdam che forse non sai.

1. Perché le case di Amsterdam sono storte

Le case storte di Amsterdam lungo i canali. Ah quanto le adoro! E più guardo alcune mie foto e più mi ripeto: “Caspita se quella casa era storta“. Forse non tutti sanno il perché le case di Amsterdam sono storte. Ve lo spiego subito: l’inclinazione dei palazzi di Amsterdam dipende dalle fondamenta di palafitte che nel corso dei decenni cedono. Infatti ogni 40 anni tutte le case sono soggette a ristrutturazione. Io sono stata in una di queste case tipiche olandesi, da un’amica che vive in centro città, e vi assicuro che l’inclinazione dall’interno si percepisce eccome.

Dove andare in vacanza a febbraio in europa

2. Amsterdam = Amstel + Dam

Ti sei mai chiesto da cosa deriva il nome Amsterdam?
In Olanda e nei Paesi Bassi molte città devono il loro nome a una diga (Dam in olandese). La città di Amsterdam è attraversata dall’Amstel, un fiume lungo 31 km che scorre tra la provincia dell’Olanda Meridionale e quella dell’Olanda Settentrionale. Ed è proprio questo fiume ad aver dato il nome ad Amsterdam (Amstel + Dam) che per l’appunto significa diga sul fiume Amstel.

Altri esempi di questo tipo si ritrovano in città o villaggi olandesi quali Rotterdam (diga sul fiume Rotte), Zaandam (diga sul fiume Zaan) e il porto turistico di Volendam.

Amsterdam dall'alto

3. Amsterdam ha più ponti di Venezia

Amsterdam è stata ribattezzata la Venezia del Nord ma molti non sanno che i ponti della capitale olandese superano quelli della “nostra” Venezia. Da un ultimo censimento ad Amsterdam si contano ben 165 canali e 1281 ponti, circa il triplo di quelli presenti nella Serenissima che ne conta 435.

canali Amsterdam

4. Perché le case in Amsterdam sono inclinate verso l’esterno

Le bizzarre case situate nel centro di Amsterdam sono costruite così per “colpa” di una tassa sulla casa. In passato, infatti, nei Paesi Bassi le costruzioni venivano tassate in relazione e in proporzione alla larghezza della facciata: più era larga più la tassa da pagare aumentava.

Dove andare in vacanza a febbraio in europa

Per ovviare a tale inconveniente, gli abitanti di Amsterdam trovarono una soluzione: edificare case strette, sviluppate in altezza per almeno 3 piani e larghe massimo 3 finestre. La conseguenza fu che gli appartamenti avevano scale strette e ripide che rendevano difficoltosi i traslochi. Così sui tetti delle case venne fissato un paranco con una carrucola per sollevare oggetti e mobili. Per evitare che il carico sollevato urtasse e danneggiasse la facciata, gli edifici vennero costruiti inclinati verso l’esterno.

5. La casa più stretta di Amsterdam

Un’altra curiosità su Amsterdam riguarda la casa più stretta di Amsterdam, situata sul canale Singel al n.7 e larga solo 101 centimetri.

Dove andare in vacanza a febbraio in europa
Photo © Francesca Turchi

6. Le biciclette hanno la precedenza

Amsterdam è una delle città più bike-friendly del mondo con centinaia di km di piste ciclabili e centinaia di migliaia di biciclette. Tutti gli olandesi si muovono in bici e un’esperienza che consiglio assolutamente a tutti voi che avete in programma di visitarla è noleggiare la bici e girare Amsterdam sulle due ruote. Tuttavia è bene sapere una cosa molto importante, specialmente per la vostra sicurezza stradale. Escludendo i tram, ad Amsterdam le biciclette hanno la precedenza su qualsiasi altro mezzo pubblico o pedone. Proprio così. Le biciclette in Olanda hanno sempre la precedenza sui mezzi pubblici, le automobili e perfino sui pedoni.
Inoltre un’altra raccomandazione: occhio alla velocità con cui gli olandesi sfrecciano!

Dove andare in vacanza a febbraio in europa

7. In Olanda la sanità è privata

Il sistema sanitario olandese (e quindi ad Amsterdam) non è pubblico come da noi in Italia bensì privato. Pensate infatti che gli olandesi pagano una assicurazione sanitaria che varia dalle 80 euro alle 450 euro al mese: il motivo è semplice da comprendere e si lega con quanto scritto sopra, ossia l’uso delle biciclette.

Questo punto è molto importante per noi viaggiatori, in primis per farci prestare la massima attenzione se si gira in bicicletta ma anche nei casi di incidente pedone-bicicletta. Noi italiani siamo spesso abituati a non facciamo caso a dove camminiamo, se su una pista ciclabile o se sbadatamente “giù dal marciapiede”. E in caso di incidenti le spese sanitarie sono elevate.

Per questo consiglio sempre di stipulare una buona assicurazione di viaggio soprattutto quando viaggiate in Paesi in cui la sanità è privata come l’Olanda. E ci tengo a sfatare il mito che le assicurazioni di viaggio siano costose: il prezzo è molto più esiguo di quello che si pensi.
Un esempio? Pensate che:

  • se in Olanda fate cadere un olandese dalla bicicletta e vi fate male solo per chiamare un’ambulanza paghereste circa 250 euro;
  • se fate una polizza assicurativa di 7 giorni nei Paesi Bassi (comprensiva di rimborso spese mediche fino a 1.000.000€, spese nel caso di rientro anticipato fino a 2000€, danni da smarrimento e danneggiamento bagaglio fino a 1000€ e annullamento viaggio fino a 1500€) il costo è di soli 27 euro.

8. Dormire in una houseboat

Lungo i canali di Amsterdam si trovano ormeggiate oltre 2.500 houseboat, le tipiche case galleggianti. A dispetto di quanto si possa immaginare queste non sono delle semplici barche ma delle vere e proprie abitazioni dotate di ogni comfort, dall’elettricità all’impianto di scarico. Dormire in una houseboat è senza dubbio una delle esperienza più originali da fare durante un viaggio a Amsterdam (se ne trovano diverse ad esempio su AirBnb).

Condivisioni e Commenti

Non dimenticarti di condividere questo articolo suoi tuoi canali social utilizzando i pulsanti alla tua sinistra (se sei da mobile, ruota lo schermo in landscape) e se ti va lasciaci un commento qui sotto, saremo lieto di leggere il tuo riscontro.

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita, lasciando i tuoi dati nel modulo a fine articolo per non perderti nessuna delle novità che sto per introdurre.

Un saluto da DOAND.

Sharing is caring!